E’ in quei pomeriggi noiosi, magari domenicali, è in quelle serate sul divano a troppi pochi passi dalla credenza della cucina, è in quei momenti in auto verso casa passando davanti ad un Forno o ad una Pasticceria… è lì… tutto in un istante… è lì che accade qualcosa nella nostra testa… qualcosa di incontrollabile. Si inizia sempre con “magari solo un biscotto” e poi ci si ritrova ad aver finito la scatola e nonostante questo non riusciamo a fermarci… si unisce la cioccolata, si passa dal dolce al salato e dal salato al dolce improvvisando panini con ciò che capita sotto mano… ingurgitiamo cibo senza freni, senza un perché… anche l’appetito è appagato da tempo ma noi no… non ci fermiamo… neanche quando gli angoli della bocca si sono arrossati e le gengive ci chiedono una pausa… neanche quando il nostro stomaco è colmo fino a scoppiare… continuiamo fin quando non troviamo più nulla di appagante da dover divorare… ci facciamo del male… consapevolmente… ma riusciamo a rendercene conto solo dopo… solo quando riusciamo a fermarci ed è ormai troppo tardi. Il senso di colpa è alle stelle, la credenza è ormai vuota e noi non ci piacciamo per niente.
Chi c’è passato so che mi comprende… e se vi ritrovate in questo racconto significa che non siete le sole a non piacervi in quel terribile istante… significa che è purtroppo un atteggiamento comune ma io sono qui a dirvi che quel piccolo mostriciattolo che è dentro di noi e che sembra essere ipnotizzato dal cibo si può combattere. La nostra testa ha il privilegio di avere un cassettino interno dove riposa la meravigliosa, affascinate e armoniosa Forza di Volontà… sta a noi svegliarla nel momento giusto!
Personalmente mi sono inventata un ragionamento che riesce a fermare quel cattivone… anche con i miei kg in meno… perché purtroppo quel mostriciattolo, nonostante tutto, si fa avanti ancora adesso. Bastardo!
Se vi va stampate le parole di seguito e portatele sempre con voi… quello che vi chiedo, un istante prima di ritrovarvi con la confezione dei biscotti tra le mani, è di leggere a voce alta questo “discorsetto” al vostro mostriciattolo… fatelo davanti ad uno specchio… non preoccupatevi di sembrare delle “pazze”… ma fatelo… affrontate il nemico!

“Le mie labbra sono un dono meraviglioso, hanno il potere di raccontare ciò che sono, di essere arricchite da un rossetto per affascinare, di risplendere al sole cantando la mia canzone preferita. Le mie labbra sono eleganti, assaggiano il cibo e lo gustano fino in fondo… un cibo sano, prezioso, pensato per aiutarmi a risplendere ancora di più. Le mie labbra meritano rispetto.
Non sono un secchio della spazzatura dove buttare gli scarti e accumuli di odori mischiati tra loro. Le mie labbra non meritano sporcizia. Le mie labbra sanno che possono scegliere e dire NO.
Voglio dire di NO perché mi amo e perché so che farmi del male è come lanciarmi in un precipizio… non voglio cadere… voglio rialzarmi e volare in alto… voglio provare l’ebrezza di essere riuscita a combattere quel mostriciattolo… voglio stupirmi di me stessa, congratularmi con me stessa… voglio applaudirmi… voglio essere forte… più forte… voglio dimostrare che anche io POSSO. VOGLIO. RIESCO. Voglio volare in alto… leggera e soave.

Ciao mostricciatolo… vai a farti un giro altrove… qui abbiamo le braccia tese al vento e voliamo oltre le stelle… verso il nostro sogno che presto diventerà REALTA’!”.

Un respiro profondo, uno spuntino consentito, una bella sciacquata al viso, un bicchiere d’acqua rinfrescante… e iniziate ad applaudirvi perché siete state vittoriose… perché la nostra Forza di Volontà è l’arma più potente che possediamo e tirarla fuori al momento giusto ci fa sentire persone migliori.
Queste non sono chiacchiere… sono parole che portano ai fatti… e se ho scelto di unirle ad una foto così d’impatto è per ricordarvi ancora una volta che SI PUO’ FARE!
Guardatela… e prendete tutta la mia energia… sorridete alla Vita e al Vostro Sogno.

Vi stringo forte!